Ascolto dei Figli

vacanze mare (20)_edited.jpg

Il Centro Studi Famiglia offre sostegno psicologico e orientamento evolutivo a minori in difficoltà o in crisi.

In caso di ritiro sociale o momentanea indisponibilità del ragazzo o del bambino a uscire dalle mura domestiche disponiamo di professionisti che possono svolgere un lavoro di ausilio psicologico domiciliarmente, secondo la necessità clinica.


E' previsto un lavoro di raccordo con la famiglia ed eventualmente con le istituzioni significative nella vita del minore come la scuola.
Sono disponibili in affiancamento o come risorsa elettiva, in caso di bisogno, figure educative e/o di sostegno scolastico, atte a promuovere un efficiente miglioramento della quotidianità del bambino o del ragazzo laddove le difficoltà specifiche (socializzazione, rendimento scolastico, etc.) abbiamo un impatto negativo su di lui e sulla famiglia.


Ci occupiamo inoltre delle crisi familiari, quali lutti, separazioni etc. Esse infatti determinano spesso uno stato di incertezza e fragilità anche nei minori che possono momentaneamente non sentire la famiglia come luogo saldo di protezione e di amore, rischiando di rimanere travolti dai cambiamenti.
Talvolta si schierano con l'uno o con l'altro genitore, altre volte, semplicemente utilizzano ogni mezzo per favorire un'armonizzazione o una riconciliazione anche a prezzo della propria serenità, altre volte ancora si oppongono.


Se adeguatamente affiancati possono comprendere che la famiglia può tornare ad essere un luogo arricchente e protettivo e che l'amore che i genitori nutrono nei loro confronti non viene meno: continueranno ad essere protetti e sostenuti nel loro sviluppo.


Quanto prima riescono ad arginare le paura scatenate dalla crisi familiare, prima sono in grado di tornare a concentrarsi sulla loro vita, sui loro amici, sulla scuola, in modo evolutivo e propulsivo.
Gli incontri con un professionista specializzato nell'ascolto e nell'ausilio del minore possono permettere ai bambini e ai ragazzi di accogliere l'aiuto di una persona neutrale, esterna al nucleo, ma competente e in contatto con loro e con i loro genitori, con cui poter parlare liberamente.