DIPENDENZA DA INTERNET: COS'E' QUALI SONO I CAMPANELLI D'ALLARME

Aggiornamento: 25 nov

Oggi si parla tanto del rapporto tra i giovani e internet. Alcuni studi riportano che il 5% dei giovani tra i 14 e i 21 anni è moderatamente dipendente da internet e lo 0,8% è seriamente dipendente.

Negli ultimi anni internet è entrato talmente tanto a far parte delle nostre vite, anche di quella lavorativa e scolastica, che può risultare difficile tracciare una linea netta tra uso e abuso.

Usiamo internet per tutto: chattare con gli amici, scambiarci idee con i colleghi, creare presentazioni, svolgere lavori di gruppo per la scuola, giocare ai videogiochi, leggere articoli, scrollare sui social media, usufruire di contenuti di intrattenimento audio e video e molto altro ancora.


Segnali della dipendenza da internet

Definire i sintomi di una vera e propria dipendenza non è per niente semplice, ma ci sono alcuni segnali che potrebbero aiutarci a riconoscere la presenza di un problema:

  • la persona sente la necessità di trascorrere sempre più tempo online;

  • ci si dedica talmente tanto da perdere la cognizione del tempo e trascurare i propri bisogni primari, come il sonno e la fame;

  • i ripetuti sforzi nel limitare l’uso di internet continuano a fallire;

  • quando si è impossibilitati ad accedere alla rete si sviluppano dapprima sentimenti di noia che poi possono facilmente trasformarsi in frustrazione, rabbia, tensione, ansia e depressione;

  • si tende a mentire rispetto al tempo trascorso online e sono frequenti le discussioni a riguardo con le persone care;

  • si manifestano segnali di isolamento sociale e assenza di altri hobby;

  • le prestazioni in ambito scolastico possono peggiorare;

  • potrebbero insorgere sintomi di malessere fisico per il tempo eccessivo passato davanti ai device tra cui emicrania, dolori muscolari e fastidio oculare.


Che tipologie di dipendenze da internet esistono?

Attualmente sono state identificate 5 tipologie di dipendenza da internet:

  • dipendenza dal sesso virtuale (Cybersexual Addiction), il cui elemento centrale risiede nella consultazione compulsiva di siti dedicati alla pornografia e al sesso virtuale a cui possono aggiungersi il coinvolgimento in chat per soli adulti e comportamenti di masturbazione compulsiva;

  • dipendenza dalle relazioni virtuali (Cyber-Relational Addiction), caratterizzata dalla tendenza ad instaurare rapporti amicali o amorosi con persone conosciute in rete e a trascurare i rapporti con la famiglia e con gli amici nella realtà;

  • sovraccarico cognitivo (Information Overload) si riferisce ad una ricerca ossessiva ed eccessiva di informazioni online;

  • dipendenza da videogiochi (Gaming Disorder) si esprime tramite un uso eccessivo o compulsivo dei videogames, fino ad interferire con la vita quotidiana della persona;

  • uso compulsivo della rete (Net Compulsion), nel quale si manifestano comportamenti compulsivi riguardo a varie attività online, come il gioco d’azzardo, lo shopping compulsivo e i giochi di ruolo.

Come agire?

Ma cosa si può fare in qualità di adulti di riferimento di fronte a questo fenomeno?

Innanzitutto, è fondamentale informarsi e cercare di conoscere il mondo online con cui i ragazzi interagiscono ogni giorno, oltre a educarli fin da subito sui pericoli del mondo digitale e come tutelarsi.

Ma se sospettate di trovarvi di fronte ad un ragazzo con una possibile dipendenza da internet, non esitate a contattare uno specialista qualificato che avrà i giusti strumenti per intervenire ed aiutarlo.


Cristina Costanzi, Elisa Di Gregorio

Centro Studi Famiglia


Fonti:

https://www.savethechildren.it/blog-notizie/dipendenza-da-internet-bambini-e-adolescenti-4-sintomi-riconoscerla

https://www.studiocolamonico.it/blog/dipendenza-internet/#Internet_Addiction_Disorder_Sintomi_e_Rimedi_alla_Dipendenza_da_Internet

Zardini, D. M. Utilizzo patologico di Internet: definizione, diagnosi e terapia.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti