DRAI: Divorce Risk Assessment Interview

Questionario di Valutazione del Rischio Separativo
Versione per i genitori

Progetto senza titolo-3.png

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE
Il questionario è composto da 35 item a cui il rispondente dovrà assegnare un punteggio da 1 a 6 in base a quanto ritiene che il contenuto aderisca alla propria situazione familiare (1=completamente falso, 6=completamente vero). La compilazione richiederà circa 5/10 minuti. Incoraggiamo a completare tutte le domande e a rispondere nel modo più sincero possibile in base alle vostre percezioni ed impressioni.
Al termine della compilazione il sistema registrerà automaticamente i risultati: in breve tempo verrete contattati da un professionista del centro per una restituzione sulla vostra situazione e riceverete un report finale che illustrerà l’eventuale presenza di fattori di rischio all’interno del nucleo familiare e la loro gravità.
Prima di iniziare la compilazione verrà richiesto di inserire l’indirizzo e-mail personale che verrà utilizzata esclusivamente per la restituzione dei risultati. Ogni informazione sarà trattata in modo assolutamente riservato in quanto coperta da segreto professionale e la compilazione avverrà in forma anonima.
Ricordiamo che, qualora ci fosse necessità, i rispondenti avranno la possibilità di contattare in qualsiasi momento il Centro Studi Famiglia per discutere dei risultati o chiarire eventuali dubbi rispetto al profilo ottenuto

PRESENTAZIONE DEL QUESTIONARIO
La separazione coniugale rappresenta un evento critico che modifica profondamente gli equilibri del sistema familiare. Il conflitto tra i genitori espone i figli a diversi fattori di rischio che incidono negativamente sul loro benessere e sul loro futuro sviluppo.
Il presente questionario ha lo scopo di valutare la presenza e la gravità di questi fattori di rischio all’interno del nucleo familiare, in modo da facilitare l’intervento di supporto alla famiglia e prevenire l’insorgenza o il peggioramento di problematiche future.
Il questionario si rivolge a famiglie in cui almeno un figlio abbia età pari o superiore ai 3 anni.
Ricordiamo che i risultati del questionario si riferiscono a come la situazione familiare è percepita da chi ha compilato il questionario stesso e non descrivono la situazione familiare da un punto di vista oggettivo; pertanto non è possibile attribuire allo strumento alcuna valenza oggettiva in ambito processuale.